Uva con gradazione zuccherina bassa e acidità totale elevata

 

In questo caso il mosto possiede una gradazione alcolica con molta probabilità inferiore ai 10 % vol e un valore di acidità totale superiore a 8 gr/l.

Dalla vinificazione si ottengono vini molto leggeri, facili da bere, aspri, idonei alla produzione di vino bianco base spumante e di vini rossi con poco colore o vini rosati.

Il problema a cui si va incontro con questi mosti è quello di aumentare la gradazione alcolica e di abbassare il valore di acidità totale in maniera tale da rendere il vino meno aspro.

Per poter aumentare la gradazione alcolica di un grado alcol si possono usare 3-3,5 l/hl di mosto concentrato, oppure 2-2,2 l/hl di mosto concentrato rettificato; quest'ultimo è ottenuto usando solamente gli zuccheri e l'acqua del mosto in precedenza trattato in modo da togliere tutte le sostanze coloranti e acide del mosto. L'impiego del mosto concentrato e di quello rettificato sono soggetti alla tenuta di un registro di carico e scarico del prodotto usato, vidimato dall'autorità competente.

Volendo si può utilizzare lo zucchero da cucina, ma l'utilizzo è tollerato solo per vini destinati all'autoconsumo.

La quantità necessaria per aumentare la gradazione alcolica di un grado alcol è di 1,6-1,7 kg di zucchero per ettolitro.

Si consiglia di aggiungere il mosto concentrato o lo zucchero solo quando la fermentazione avrà fatto diminuire di un terzo la gradazione Babo iniziale.

Prima di aggiungere il mosto concentrato o lo zucchero, è opportuno diluirli in qualche litro di mosto- vino e aggiungerli lentamente al prodotto da arricchire tramite un rimontaggio all'aria.

La diminuzione di acidità totale può avvenire in maniera del tutto spontanea a fine fermentazione o in primavera; oppure si può ottenere con l'aggiunta di batteri della fermentazione malolattica oppure disacidificando il vino con l'utilizzo di prodotti chimici.

La disacidificazione chimica è consigliata solamente con la consulenza di un enologo.

La fermentazione malolattica è un processo naturale che diminuisce il valore d'acidità totale e rende il vino molto meno aggressivo.

Di solito avviene spontaneamente ma, in alcuni casi, causa l'appiattimento del vino e può divenire veicolo di alterazioni.

Per questo motivo è consigliato innescarla in maniera artificiale con l'aggiunta di batteri liofilizzati che si possono trovare in vendita nei negozi di enologia da conservare in frigorifero fino all'utilizzo.

Se si vogliono avere ottime probabilità di successo, si consiglia di effettuare la fermentazione malo lattica subito dopo la fine della fermentazione alcolica.

In questa fase la presenza di zuccheri residui, la temperatura del vino tra 18 e 25° e l'assenza di anidride solforosa libera rappresentano tutti fattori necessari all'aggiunta di batteri liofilizzati.

I batteri di ultima generazione, detti ad “inoculo diretto”, sono meno sensibili ad eventuali fattori che possono causare il bloccaggio del corretto svolgimento della fermentazione malo lattica.

Le cause che possono impedire la fermentazione malo lattica sono: presenza di anidride solforosa libera, anidride solforosa totale superiore a 50 milligrammi/litro, gradazione alcolica superiore a 13,5 % vol, ph inferiore a 3,2 e temperatura del vino inferiore a 16-18 °.

 

 

 

 

 

 

 

 

Informazioni su tappi e chiusure:

Fare il vino è un lavoro di passione e farlo bene assorbe molto tempo. La fase del confezionamento è sicuramente la più importante di tutte e, nella maggioranza dei casi, non le si dà il giusto peso. Difatti è soltanto la buona conservazione che Vi permette di gustare il frutto del vostro lavoro.

Labrenta srl è un’azienda di Breganze (Vicenza), leader nella produzione di chiusure per la conservazione ottimale del vino. Questa azienda è specializzata nella produzione di tappi in sughero (tappi in sughero naturale monopezzo e tappi tecnologici micro agglomerati) , tutti testati con il sistema check cork 5 per contrastare spiacevoli problematiche legate all’odore da tappo (conosciuto come TCA). Il sughero utilizzato proviene perlopiù dal Portogallo e dalla Sardegna. Labrenta srl è specializzata nella produzione dei seguenti tipi di tappi:

  • tappi in plastica adatti a tutte le bottiglie in vetro per vino;

  • tappi a corona di ultima generazione adatti a conservare ottimamente tutti i tipi di vini fermi, vini frizzanti o vini spumante;

  • tappo a corona con guarnizione separabile in plastica, che si può tranquillamente smaltire anche nella raccolta differenziata;

  • tappi sintetici (chiamati anche tappi in silicone) di ultima generazione, utilizzati per tappare vini fermi, vini frizzanti e vini spumanti.

In commercio si possono reperire tutte queste tipologie di tappi nelle più svariate dimensioni, colori e mescole.

Tutti gli articoli prodotti vengono sottoposti a severi test di qualità per verificare la loro efficacia di chiusura immediata e, naturalmente, la loro capacità di conservare a lungo il vino.

Visita per maggiori informazioni i seguenti link:

  • tappi speciali e di design per liquori, distillati olio e aceto: www.dysty.com;

Contattateci per conoscere il rivenditore oppure il distributore più vicino alla vostra città scrivendo a info@labrenta.com.


 


 


 

X

Change language

English English
Italiano Italiano